Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Archive for marzo 2018

Roland GO:KEYS, un approccio alternativo agli arranger nelle tastiere portatili

leave a comment »

Vi presento Yohan Kim

Questa volta vorrei cominciare l’articolo suggerendovi la visione di un filmato. Questo.

L’avete visto tutto, fino in fondo? Bene. Cosa vi ha colpito: la bravura di questo ragazzo, Yohan Kim dalla Corea, o la versatilità di RolandGO:KEYS?  Per quanto mi riguarda, entrambi. Yohan è un talento autentico e, se vi ha incuriosito, potreste vedere da voi altri filmati YouTube di questo giovanissimo artista. Ma, per quanto riguarda invece lo strumento, a prescindere dalle osservazioni già fatte in questo blog in merito all’abbandono della nozione di arranger convenzionale da parte di Roland, mi sta incuriosendo la nuova strada percorsa dalla casa giapponese sul terreno delle Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

31 marzo 2018 at 23:01

Tastiere arranger 2.0

leave a comment »

Arranger, tastiere da suonare con stile

Non solo i sistemi operativi vivono di rilasci di nuove versioni: anche i blog lo possono fare. Nel caso di Tastiere Arranger, ho apportato una piccola serie di miglioramenti introdotti al fine di facilitare la vostra lettura e consultazione. E’ nato Tastiere Arranger 2.0.

Nota di rilascio

Ecco l’elenco sommario delle novità editoriali di maggiore rilievo per il blog che state leggendo:

  • Da qualche giorno, sono scomparsi gli inserti pubblicitari che si interponevano sulle pagine del blog rendendo fastidiosa la lettura. E’ stata una scelta onerosa, nel senso che ho dovuto accedere ad un account di WordPress a pagamento, ma conto sul fatto che questo mio piccolo investimento abbia un importante significato per tutti i lettori.
  • Potete sempre trovare il blog al classico indirizzo di wordpress.com ma da ora in poi potete anche accedere alla pagina tastierearranger.com avendone registrato il nuovo dominio.
  • Il pulsante Change Language consente la traduzione automatica del testo del blog in qualsiasi lingua straniera, a favore dei lettori di altri paesi nel mondo. La traduzione automatica non è perfetta, tuttavia permette di generare testo intelleggibile e abbastanza scorrevole. Spero sia apprezzato e utilizzato al di fuori dell’Italia (nel 2017 le visite a questo sito dall’estero erano state più di 24.000).
  • Una piccola caratteristica aggiunta visualizza il conteggio dei visitatori totali al blog in tempo reale.

Funzioni di ricerca

Colgo l’occasione per ricordare le possibilità di ricerca di contenuti nel blog, tutte presenti in fondo pagina:

  • Il campo “Cerca in questo blog” permette di inserire un dato qualsiasi di ricerca.
  • Altrimenti potete scegliere una delle “Categorie”: di massima, ogni categoria corrisponde ad un produttore di arranger
  • Ancora, è possibile fare clic su un termine presente nella “Nuova dei tag”: di massima, ogni tag corrisponde ad un modello di arranger o ad una fiera.
  • L’archivio articoli permette di cercare un articolo in modo cronologico.
  • Resta intesto che, molto probabilmente, la pagina Indice di questo blog è il modo di trovare la materia desiderata scorrendo un elenco analitico ordinato per argomento.

Buona lettura!

 

 

 

 

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

26 marzo 2018 at 13:30

Pubblicato su argomenti vari

Tagged with ,

Memoria storica degli arranger Solton

with 2 comments

Qualche settimana fa, dopo aver pubblicato in questo blog la cronologia degli arranger Ketron (un elenco di modelli confermato direttamente dall’azienda di Ancona), avevo ricevuto una discreta serie di messaggi da parte di affezionati lettori del blog, che mi comunicavano il loro disappunto perché in quella lista non erano stati menzionati i prodotti storici antecedenti al 1992, quelli che erano stati immessi sul mercato con il marchio della tedesca Solton. È noto infatti che, originariamente, Ketron aveva lavorato in qualità di consociata con Solton per la produzione di numerosi strumenti musicali, la cui ricerca e sviluppo avevano rappresentato il banco di sperimentazione da cui sono potuti uscire sul mercato gli arranger successivi della serie MS dal 1992 in poi.

Oggi, per rispondere alle segnalazioni ricevute, faccio ricorso ad un prezioso contributo scritto da Giorgio Marinangeli in persona. Giorgio è una vecchia conoscenza degli appassionati di arranger: già in passato, ai tempi in cui lavorava in Ketron, ci ha concesso un paio di interviste ricche di informazioni utili. In questa occasione, leggiamo insieme il suo excursus storico sui prodotti marchiati Solton. Immagino che la condivisione di questa memoria farà piacere a chi ha suonato quegli strumenti negli anni ottanta del secolo scorso.

Buona lettura.

Autore: Giorgio Marinangeli

Il lancio avvenuto nel 1992 di MS5 ha rappresentato sicuramente una pietra migliare nella storia delle tastiere-arranger di moderna concezione, ma Ketron aveva ideato e realizzato unità di accompagnamento automatico molti anni prima. Per conoscere a fondo la storia di Ketron e avere un’idea completa della storia degli arranger prodotti da quest’azienda, si deve tornare indietro al lontano Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

23 marzo 2018 at 18:46

Cronologia degli arranger Roland

with 4 comments

C’è stato un periodo in cui il termine arranger equivaleva a Roland. L’epoca d’oro delle tastiere con accompagnamenti è coincisa con il grande successo della prima serie E di Roland, quella che ha dominato il mercato internazionale delle tastiere digitali per diversi anni. Tutto era nato in Italia, ad Acquaviva Picena (AP) nel 1987 quando l’azienda giapponese aveva acquisito l’italiana SIEL e preparato il lancio di E-20. Con quel prodotto, i tastieristi avevano immediatamente inteso che il concetto di arranger si stava trasformando da tastierina-giocattolo a strumento affidabile e capace di affrontare impegni professionali dal vivo e in studio.

Il successo di Roland è nato da un mix vincente di suoni e stili. Da una parte c’era la pasta inconfondibile dei suoni Roland (non per caso il Roland SC-55 Sound Canvas è stato per anni universalmente riconosciuto come il set sonoro di riferimento per la programmazione degli Standard MIDI File); dall’altra c’era la sezione arranger che spaziava su tutto il repertorio mainstream internazionale: la semplicità d’uso permetteva il controllo dei diversi pattern con grande fluidità, quasi il sistema fosse in grado di anticipare le intenzioni del musicista. Il divertimento era assicurato: quanti tastieristi dell’epoca, guardando l’ora, si rendevano conto con sorpresa di aver suonato per ore senza interruzione: il tempo volava quando suonavi un arranger Roland.

Dopo la gloriosa prima serie E (i cui modelli di punta erano stati E-70, E-86 e E-96), sono apparsi i modelli professionali a 76 tasti della Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

17 marzo 2018 at 14:47

BonusWare: Korg estende le risorse della serie Pa

with 6 comments

Capture

La recente pubblicazione del Volume 29 di stili addizionali per arranger Korg è l’occasione odierna per rivedere insieme la pagina BonusWare: da oltre quindici anni il produttore italo-giapponese pubblica un numero esteso di risorse software che consente, ai propri clienti, di mantenere aggiornato il proprio arranger nel tempo, anche dopo l’acquisto. La pagina BonusWare era nata originariamente sul sito di Korg Italy prima che questo venisse incorporato nel portale internazionale korg.com. Lo scopo è rimasto immutato: rendere disponibili gratuitamente sul web materiali utili per espandere le capacità dei propri strumenti a tastiera.

Al giorno d’oggi, la pagina offre materiali per tutti gli arranger della serie Pa. Il download è libero e accessibile a tutti: non è richiesta la registrazione.

Stili di accompagnamento

Sono a disposizione 58 raccolte di style per un totale di un migliaio di stili aggiuntivi di Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

10 marzo 2018 at 15:06

Riflessioni sulla versione 1.20 del firmware di Yamaha Genos

leave a comment »

22 febbraio 2018: Yamaha annuncia la V1.20 di Genos

Innovare costa

Innovare costa in termini di investimenti nella ricerca e nella sperimentazione. Costa sotto il punto di vista del tempo e dell’impegno. Innovare richiede uno sforzo superiore per chi progetta, per chi immagina, per chi produce. D’altro canto, c’è un costo conseguente anche per chi compra: in termini monetari per l’acquisto, in termini di tempo e impegno per l’apprendimento, ma non solo. C’è un costo legato alla gioventù della piattaforma.

Mi spiego meglio. Con l’introduzione di Genos, l’azienda Yamaha ha stabilito di innovare dalle fondamenta il proprio concetto di arranger workstation. Seppur superba dal punto di vista del motore sonoro e del realismo acustico dei timbri, degli effetti e dei convertitori DA, è sotto il profilo dell’usabilità che Genos ha caratterizzato il proprio distintivo balzo in avanti verso il futuro nel mondo degli strumenti digitali a tastiera. Se, da una parte, suonare i 76 tasti bianchi e neri è una tecnica famigliare a tutti i pianisti, organisti e tastieristi in genere, è con l’accesso generale a tutte le funzioni dello strumento che Yamaha ha tentato di offrire al Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

3 marzo 2018 at 21:25

Pubblicato su Yamaha

Tagged with , , , ,