Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Archive for the ‘Orla’ Category

MusikMesse 2018: le conclusioni

with one comment

L’edizione 2018 del MusikMesse potrebbe passare alla storia come quella in cui il calo di visitatori ha accentuato una curva discendente che, ad onor del vero, si trascinava da tempo (secondo gli organizzatori, i visitatori sono stati il 10% in meno dello scorso anno). E’ un fenomeno endemico e non è un caso: in tutto il mondo, le fiere tradizionali hanno difficoltà ad attrarre le grandi folle, sin da quando i clienti e il mercato hanno avuto la possibilità di aggiornarsi quotidianamente tramite Internet. E questo vale non solo per gli strumenti musicali, ma per qualsiasi categoria merceologica.

Veniamo ora al nostro argomento preferito: gli arranger. E scorriamo velocemente insieme le novità dei presenti e commentiamo anche gli assenti.

I presenti

  • Come da tradizione, lo stand Yamaha ha annichilito la concorrenza in quanto a numero e varietà di strumenti esposti. Per quanto ci concerne, non abbiamo registrato novità arranger. La casa giapponese ha però avuto il modo di presentare, per la prima volta in una fiera europea, i modelli di arranger annunciati nel 2017: PSR-S975, PSR-S775, PSR-EW401, PSR-E463 e Genos. Per quest’ultima, non è mancato l’annuncio di una nuova versione software 1.30, particolarmente interessante. Merita una memoria a parte l’esibizione dal vivo del polistrumentista Jacob Collier.
  • Anche nello stand Korg non abbiamo assistito al lancio di nuovi modelli arranger. I clienti hanno potuto però apprezzare l’annuncio di aggiornamenti software per modelli che sono sul mercato da parecchi anni.
  • In termini di novità di prodotto, anche quest’anno la parte del leone l’ha fatta Ketron presentando in fiera i primi due discendenti di SD9: trattasi di SD60 (61 tasti e amplificatori di bordo) e SD90 (modulo arranger). Da ricordare l’esibizione travolgente di progressive rock da parte di un bravo Marcello Colò.
  • Lo stand Casio ha ospitato la presentazione europea della nuova serie di tastiere economiche CT-X. E il loro spazio è stato il teatro di una convincente performance dal vivo di Cory Henry.
  • Anche nello stand Orla, non ci sono novità arranger: è stato riproposto il pianoforte codino Grand 500 con sezione arranger.

Gli assenti

  • L’assenza che è stata notata di più in fiera è quella di Roland. Ma non è la prima volta che succede.
  • Anche Dexibell quest’anno non ha avuto uno stand tutto suo: è stato un peccato per i visitatori del MusikMesse; sono convinto che molti avrebbero avuto piacere di poter provare di persona i due nuovi prodotti (VIVO S9 e VIVO SX7) presentati al Winter NAMM di gennaio.
  • Anche i due produttori tedeschi (Wersi e Deebach) non si sono presentati con un proprio stand a Francoforte.

Dulcis in fundo

Il mercato muta per sua natura: non è mai fermo. E così il mondo delle tastiere arranger è ancora in evoluzione. Nuove sfide del futuro ci attendono e il MusikMesse 2018 è stata testimone di un momento di transito e di passaggio che dura da qualche anno. I contorni del futuro sono ancora incerti, ma qualcosa si intravede. In questo blog cercheremo di raccontarvi la storia di questa ricerca e vi aggiorneremo sui prossimi sviluppi, nell’ambito delle nostre possibilità e contanto sulla fiducia accordata da voi lettori di Tastiere Arranger.

Fate clic, godetevi questo filmato riassuntivo del MusikMesse 2018 e poi finalmente… relax!

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

16 aprile 2018 at 05:00

MusikMesse 2018: lo stand Orla

with one comment

Orla non manca un appuntamento al MusikMesse da oltre 35 anni. L’azienda di Recanati si è recata a Francoforte per presentare alcuni modelli nuovi di pianoforti digitali, ma non ha portato novità nel segmento arranger.

Il punto di interesse per il nostro blog resta il Grand 500, il pianoforte codino lanciato nel 2017 e che ha dato lustro all’offerta di Orla sul mercato con una rinnovata tavola di 362 timbri suddivisi in 10 famiglie e campioni ad alta risoluzione. Gli 88 tasti sono di produzione Fatar, modello TP40 GH, e la polifonia è di 128 note. Il pianoforte può essere suonato in modalità GRAND PIANO, oppure richiamando uno degli altri 362 timbri in modalità MAIN (una sola voce), DUAL (due voci in sovrapposizione) oppure LEFT (mano sinistra e mano destra suonano due suoni diversi). Non mancano i fondamentali effetti Reverb e Chorus. La sezione arranger prevede 350 stili secondo le categorie: Ballads, Ballroom, Dance, Latin 1, Latin 2, Pop & Rock, Country, Standards, Jazz & Blues.

Lo stand Orla al MusikMesse 2018

La nostra rassegna sul MusikMesse 2018 è cominciata mercoledì scorso e, giorno dopo giorno, vi abbiamo resocontato della presenza di Ketron, Casio, Yamaha e Korg.

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

14 aprile 2018 at 23:09

Pubblicato su Orla

Tagged with ,

MusikMesse 2017: lo stand Orla

with 4 comments

Il nuovo pianoforte digitale Orla Grand 500 (foto di Mario Jr Restagno)

Vi avevo promesso una rassegna completa delle tastiere arranger presenti al MusikMesse 2017 e quindi sono ancora qua. Non ho ancora finito: nei giorni scorsi vi ho raccontato degli stand Yamaha, Dexibell, Casio, Korg e Kawai. Ora è il turno di Orla.

Lo stand Orla si trova in fiera esattamente all’ingresso del padiglione 9 dedicato agli strumenti a tastiera. Sin dal primo impatto, ho avuto la chiara percezione di entrare in contatto con un’azienda che ha fatto la storia degli strumenti musicali in Italia: quando ti trovi di fronte ad Enrico Monaci e ascolti i suoi racconti, intuisci di essere davanti ad uno dei protagonisti della produzione di strumenti musicali nell’area marchigiana, una sorta di Silicon Valley italiana della musica. Ed è inevitabile apprezzare la figura di Luca Serenelli, apparentemente più riservato, ma nei fatti l’uomo che ha saputo dare continuità nella ricerca musicale e nella qualità dei suoni di questi strumenti. Orla non manca un appuntamento al MusikMesse da oltre 35 anni e, anche se il nome del marchio potrebbe non essere noto alla grande massa, dovete tenere presente che le capacità produttive di qualità del costruttore di Recanati godono di tale alta reputazione al punto di essere messe a disposizione per la produzione di altri grandi marchi. Del resto il brand Orla è un nome di richiamo anche all’estero.

La tradizione continua anche nel nuovo millennio e quest’anno Orla ha presentato a Francoforte il nuovo pianoforte codino Grand 500 che va a migliorare sensibilmente quanto si era visto nel precedente modello Grand 450M. Il pianoforte presente in fiera è di un elegante colore bianco con finitura lucida: Orla ha investito seriamente per rinnovare e migliorare la tecnologia di questo prodotto: i risultati si vedono grazie ad una tavolozza di suoni ampliata a 362 voci suddivisi in 10 famiglie e arricchita grazie alla nuova tecnologia di campionamento ad alta risoluzione. Come il predecessore, gli 88 tasti sono di produzione Fatar, modello TP40 GH, e la polifonia è di 128 note. Il pianoforte può essere suonato in modalità GRAND PIANO, oppure richiamando uno degli altri 362 suoni in modalità MAIN (una sola voce), DUAL (due voci in sovrapposizione) oppure LEFT (mano sinistra e mano destra suonano due suoni diversi). Questo strumento potrà dare maggiori soddisfazioni a chi lo suonerà, potendo sfruttare nuovi effetti Reverb e Chorus.

In modo particolare per noi appassionati di arranger, non può passare inosservata l’estensione del numero di stili che ha raggiunto il numero di 350 accompagnamenti automatici. Tutto il patrimonio di stili esistenti è stato mappato sulla nuova capacità sonora e altri nuovi stili sono stati realizzati per un vasto repertorio suddiviso nelle categorie: Ballads, Ballroom, Dance, Latin 1, Latin 2, Pop & Rock, Country, Standards, Jazz & Blues. Tenendo conto che siamo su un pianoforte digitale e non su una workstation arranger, dobbiamo riconoscere che la struttura a cinque parti degli stili Orla è più che adeguata: non tutta la concorrenza dei pianoforti digitali ha previsto un Intro, due Variazioni, e due Fill-In e un Ending.

Repertorio stili per Orla Grand 500

Anche il pannello di controllo è stato rinnovato e ora Grand 500 si presenta moderno e classico allo stesso tempo. Gli amplificatori sono saliti di potenza fino 80W+80W e permettono di suonare questo pianoforte digitale in locali di certe dimensioni. Tutte le connessioni necessarie sono al loro posto: non mancano le preziose porte MIDI, le connessioni USB To Host e To Device. È stata aggiunta la connessione Bluetooth.

Gustiamoci ora la dimostrazione registrata in fiera da Luca Serenelli per Riccardo Gerbi (AudioFader).

Mi resta ancora uno stand del MusikMesse 2017 da raccontare: rimanete “sintonizzati” su questo blog e non rimarrete delusi.

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

10 aprile 2017 at 20:08

Pubblicato su Orla

Tagged with , , , ,

MusikMesse 2015: lo stand Orla

with one comment

Stand Orla al MusikMesse 2015

Stand Orla al MusikMesse 2015

Mentre le porte del MusikMesse 2015 si stanno chiudendo, eccoci a qua commentare con voi quanto è emerso dalla partecipazione dell’italiana ORLA alla fiera degli strumenti musicali. Così recita la dichiarazione ufficiale di questa azienda di Recanati (MC): “La strategia della ORLA è assicurarsi il mantenimento della tradizione familiare, la buona qualità e affidabilità dei prodotti di tipico gusto Italiano”. E così è stato anche in questa occasione, vista la presentazione di nuovi modelli di pianoforti digitali, in versione portatile e mobile.

Venendo agli arranger, pur non essendo un marchio di primo piano, il nome di ORLA merita il nostro rispetto. Il modello più recente, uscito nei mesi passati è PX100, è andato ad affiancare a listino i due moduli XM300 e XM500 presenti sul mercato dal 2013 e già visti a Francoforte nell’edizione della fiera dello scorso anno.

PX100 è una tastiera di primo ingresso “progettata per soddisfare le richieste di chi, a prezzi contenuti, desidera una tastiera con meccanica di qualità, sensibile alla dinamica, con suoni campionati ed effetti digitali”: 61 tasti dinanmici, schermo LCD, polifonia a 32 note, 129 suoni campionati (incluso un kit percussivo, reverbero, chorus, 100 stili di accompagnamento automatico, pattern di controllo essenziali (un Intro, un Main, un Ending), Split, Dual. registratore MIDI in tempo reale. Il prezzo si aggira sui 138 Euro e va a porsi nel settore occupato dalle tastiere amatoriali Casio CTK-2400 e Yamaha PSR-E253.

Orla PX100

 

Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

18 aprile 2015 at 21:00

Pubblicato su Orla

Tagged with

MusikMesse 2014: lo stand Orla

with 2 comments

Lo stand ORLA al MusikMesse 2014

Lo stand ORLA al MusikMesse 2014

Orla è un produttore di strumenti musicali la cui sede è in Recanati (MC). E’ un’azienda nata negli anni sessanta per la produzione di organi elettronici. E ancora oggi continua a produrre strumenti musicali con il proprio marchio oppure per conto di altri marchi di caratura internazionale.

In questi giorni Orla è presente alla fiera di Francoforte con un proprio stand, che è prevalentemente orientato alla presentazione di Jamkey Organ un prodotto molto interessante ed innovativo. Trattasi di un controller a tastiera waterfall con doppio manuale, controlli fisici e generatore di organo drawbar sviluppato in collaborazione con KeyB Organ Company. Sulla parte superiore spicca un ripiano pronto ad ospitare un PC portatile, un MacBook oppure anche solo un tablet: da qui potete gestire strumenti virtuali e applicazioni musicali con una spiccata impostazione per il suono d’organo vintage.

Jamkey Organ

Jamkey Organ

Ma ci sono altri due prodotti Orla di cui vi vorrei oggi parlare: Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

13 marzo 2014 at 22:17

Pubblicato su Orla

Tagged with ,

Consigli per gli acquisti di fine anno 2011

with 4 comments

Questi prezzi sono puramente indicativi: sicuramente potrete trovare negozianti disponibili ad applicarvi prezzi inferiori, come del resto altri negozi presentano prezzi leggermente superiori. Del resto il prezzo non è mai l’unica ragione di scelta: in alcuni casi, il valore del servizio offerto dal punto vendita è superiore al costo del prodotto. Ve ne accorgete soprattutto dopo l’acquisto, al primo eventuale problema di assistenza.

La suddivisione in categorie (ammiraglie, etc.) è del tutto arbitraria e mi riservo sempre la possibilità di cambiare idea.

I prezzi riportati qui sotto sono da intendersi IVA inclusa (ventun per cento!).
E le tastiere sono elencate in ordine decrescente di prezzo.

Ammiraglie

Produttore Modello Prezzo indicativo Note
Ketron Audya 5

3.390 Euro

Korg Pa3X 76

3.390 Euro

76 tasti
Korg Pa3X

3.199 Euro

Yamaha Tyros 4

3.070 Euro

Super-valutazione dell’usato (scade il 15 febbraio 2012)

Arranger workstation top

Produttore Modello Prezzo indicativo Note
Ketron Audya 4

2.700 Euro

Modulo senza tastiera
Korg Pa800 Elite

2.040 Euro

MP3 e HD inclusi
Yamaha PSR-S910

1.499 Euro

Arranger workstation medie

Produttore Modello Prezzo indicativo Note
Korg Pa588

1.700 Euro

Pa500 con 88 tasti pesati
Korg Pa500

1.030 Euro

Yamaha PSR-S710

910 Euro

Roland BK-7m

849 Euro

Modulo senza tastiera

Arranger apripista

Produttore Modello Prezzo indicativo Note
Roland Prelude

799 Euro

Korg Pa50SD

680 Euro

Yamaha PSR-S650

679 Euro

Novità
Korg Microarranger

599 Euro

Mini-tasti – Novità
Casio WK-7500

540 Euro

76 tasti semi-pesati
Casio CTK-6000

325 Euro

Per il puro divertimento

Produttore Modello Prezzo indicativo Note
Orla KX 10

385 Euro

Yamaha PSR-E423

255 Euro

Casio CTK-4200

239 Euro

Novità
Yamaha PSR-E323

169 Euro

Yamaha PSR-E223

134 Euro


Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

24 novembre 2011 at 22:52

Pubblicato su Casio, Ketron, Korg, Orla, Roland, Yamaha