Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Posts Tagged ‘notestar

Addio NoteStar

with 2 comments

Il logo di Yamaha NoteStar

Il matrimonio fra Yamaha e Hal Leonard non ha superato la crisi del settimo anno. E si interrompe a sette anni di distanza dal parto di NoteStar. Era il 17 gennaio 2012, infatti, quando avevamo dato notizia in questo blog del lancio dell’app.

L’idea era promettente: offrire un servizio ai tastieristi per imparare a suonare brani famosi ed esercitarsi sfruttando tutto il corredo tecnologico a disposizione: spartiti digitali, brani audio multi-traccia, controllo del playback in loop con la possibilità di mettere in mute le singole parti.

Ovviamente l’investimento da parte di Yamaha e Hal Leonard poteva risultare costoso nel momento in cui si intendeva mantenere aggiornato il repertorio: per ogni titolo, era richiesta la produzione di basi audio originali di qualità, estensione di spartiti nella pagina Score, programmazione delle basi all’interno del framework controllabile grazie all’app NoteStar e pagamento di diritti d’autore.

Lo spartito interattivo di Yamaha NoteStar

L’evento scatenante è stata la messa in liquidazione della società YMH Digital Music Publishing LLC che gestiva questo business: pertanto l’applicazione NoteStar andrà in pensione definitivamente il 31 marzo 2019. Da ieri non è più possibile il download dell’app dallo store di Apple, ma coloro che l’hanno già scaricata potranno continuare ad usarla fino a quando un futuro aggiornamento iOS non la renderà incompatibile.

Per farsi perdonare dai fedeli clienti di questo servizio, le due aziende coinvolte ora offrono un abbonamento gratuito a Sheet Music Direct PASS, un servizio web di Hal Leonard che vende spartiti musicali sul sito di SheetMusicDirect.com. L’abbonamento PASS, che normalmente costerebbe 9,99€ al mese (oppure 99€ per un piano annuale), dà diritto all’accesso illimitato online a tutta la libreria di partiture gestite da Hal Leonard, che si vanta di gestire oltre un milione pagine di spartiti interattivi. Qualora uno spartito fosse di interesse per il download e la stampa, l’abbonamento PASS garantisce lo sconto del 50%, altrimenti lo spartito sarà solo utilizzabile online.  Ad aprile, si saprà di più sulla durata di questa promozione.

Se il portale Yamaha non blinderà tutte le porte in anticipo rispetto le date dichiarate nel comunicato stampa, chi non è ancora registrato su NoteStar App avrà tempo di farlo fino al 20 marzo 2019: così da aprile potrà accedere all’abbonamento gratuito a PASS. 

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

28 febbraio 2019 at 21:24

Pubblicato su Software

Tagged with , , , , ,

Summer NAMM 2012: Yamaha NoteStar in crescita

leave a comment »

Nota aggiunta il 3 marzo 2019: Yamaha e Hal Leonard hanno terminato il servizio NoteStar nei giorni scorsi. Tutti i dettagli in https://tastierearranger.com/2019/02/28/addio-notestar/

Yamaha NoteStar per iPad

Sono sicuro che qualcuno dei lettori abituali di questo blog si sta chiedendo come mai io mi soffermi di tanto in tanto su un’applicazione per iPad, quando questo blog dovrebbe essere dedicato esclusivamente agli arranger workstation. Ebbene, la risposta è semplice. Reputo infatti che uno dei tanti punti di forza del mondo arranger sia quello di fornire uno strumento semplice ed efficace per imparare a suonare le canzoni accompagnando le basi esistenti e poter leggere gli spartiti digitali sullo schermo. Ora la funzione Score non è presente su tutti i modelli di arranger e, pertanto, coloro che non suonano ad orecchio o comunque non ricordano gli spartiti a memoria, sono costretti a ricorrere sempre alle partiture cartacee. Ebbene io sono convinto che Yamaha NoteStar sia la risposta giusta a questa esigenza. Chiunque disponga di una tastiera sprovvista dello spartito digitale Score, ma direi chiunque sia in possesso di una tastiera, qualsiasi essa sia anche un pianoforte acustico, può sfruttare NoteStar per leggere lo spartito ed esercitarsi sulle canzoni. Ci siamo già soffermati sulle caratteristiche di questa applicazione e vi rinvio a quell’articolo dello scorso gennaio per leggere notizie più dettagliate; in questa occasione vorrei soltanto porre la vostra attenzione sull’annuncio Yamaha presentato in occasione del Summer NAMM 2012. Fermiamoci anche noi ad esplorare le novità 2012 di questo prodotto per iPad:

  1. Da una parte, il software è stato aggiornato con la possibilità di mettere in silenzio anche la traccia vocale. In questo modo NoteStar diviene un vero prodotto da Karaoke con una marcia in più: la visualizzazione della partitura e degli accordi.
  2. Il numero di titoli disponibili cresce con un ritmo di venti canzoni ad ogni mese. Ogni canzone costa 3,99 dollari (forse il prezzo è un po’ eccessivo, non credete? Speriamo in un ridimensionamento.

Direi che un’occhiatina a Yamaha NoteStar potrebbe essere data da tutti quei lettori di questo blog che – oltre ad una tastiera arranger – siano in possesso anche di un tablet di casa Apple.

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

28 luglio 2012 at 17:18

Pubblicato su Yamaha

Tagged with , ,

Summer NAMM 2012: osservazioni

with 5 comments

Stand Yamaha al Summer NAMM 2012

Le porte del Summer NAMM 2012 si sono aperte il 12 luglio scorso e chiuse due giorni dopo senza lasciare grandi tracce sui cataloghi dei produttori di arranger workstation. La fiera stessa nella sua globalità non ha dato il via ad alcuna grande novità, segno della crisi incessante che dal 2008 continua ad aleggiare su tutti i mercati specialmente quelli occidentali. Ma è anche segno di una fiera estiva che pian piano sta perdendo d’importanza. Quella di Nashville è un’esposizione dedicata agli operatori professionali del settore e ai rivenditori: pertanto il grande pubblico è tradizionalmente escluso da questo evento estivo. Il numero di presenze quest’anno deve essere stato così deludente che gli organizzatori non hanno nemmeno emesso il consueto bollettino in cui ufficializzavano il totale di ingressi registrati nei tre giorni di fiera.

Per quanto concerne gli espositori, passiamo in rassegna velocemente i produttori di arranger: Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

21 luglio 2012 at 08:10

Pubblicato su argomenti vari

Tagged with , , , , ,

Winter NAMM 2012: la presenza di Yamaha

with 2 comments

Peter Bartmaans e Nica Fisher durante la presentazione di Tyros 4

Peter Bartmaans e Nica Fisher durante la presentazione di Tyros 4

OK, rieccoci qua dopo aver riportato in questo blog la novità Roland Bk-5 nella giornata di ieri.

Concentriamoci ora sullo stand di Yamaha al Winter NAMM 2012, dove si assiste ad una presenza interessante ma comunque priva di autentiche novità per il settore arranger. Del resto sei mesi fa al Summer NAMM, Yamaha aveva lanciato l’apripista PSR-S650. E per quanto concerne il livello delle ammiraglie, siamo ancora nella grande fase di mercato per la Tyros 4 a listino da poco più di un anno. Le attese infatti erano per il segmento intermedio, quello che oggi ancora annovera l’accoppiata PSR-S910/PSR-S710 la cui sostituzione non ha avuto risposta in questa fiera: presumibilmente scopriremo questa novità nel prossimo MusikMesse primaverile, se non addirittura ad agosto in occasione del NAMM estivo. Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

20 gennaio 2012 at 21:56

Pubblicato su Yamaha

Tagged with , , ,

NoteStar: il “karaoke” per imparare a suonare la tastiera

with 7 comments

Nota aggiunta il 3 marzo 2019: Yamaha e Hal Leonard hanno terminato il servizio NoteStar nei giorni scorsi. Tutti i dettagli in https://tastierearranger.com/2019/02/28/addio-notestar/

Yamaha NoteStar per iPad
Yamaha NoteStar per iPad

Qualcuno di voi si ricorderà di Yamaha Digital Music Notebook? Ne abbiamo parlato in questo blog, in occasione della sua dipartita nel marzo del 2011. Ed ecco che oggi 17 gennaio 2012, a nemmeno un anno di distanza, vediamo apparire una nuova creatura software da parte di Yamaha e rivolta ai musicisti amatoriali e autodidatti che hanno la necessità di imparare a suonare e impratichirsi su brani famosi. Ma credo che anche musicisti professionisti potrebbero sfruttarlo per imparare brani nuovi.

L’applicazione si chiama NoteStar ed è disponibile su iTunes e, francamente, la trovo un’idea interessante. NoteStar è in pratica uno spartito digitale visualizzato sullo schermo del tablet di casa Apple e, fin qui nulla di nuovo, ma udite udite lo spartito è sincronizzato con una base audio (audio e non MIDI) e voce. La base è stata rifatta in studio da Yamaha ma è curioso osservare come le voci di alcuni interpreti assomiglino agli originali. Adele non è Adele in persona ma quasi. Ora, mettendo in playback la base audio, il vostro iPad metterà in moto lo spartito digitale a più tracce: di norma è visibile la traccia del canto e le due parti per mano destra/sinistra del pianoforte. E così potete seguire lo spartito dinamicamente a tempo di esecuzione della canzone. Tutto qui? No, potete fare di più:

  • Seguire, oltre alle parti di cui sopra, gli accordi (inclusa tablatura per chitarra) e i testi.
  • Impostare la dimensione delle note sullo schermo (quattro dimensioni possibili).
  • Mettere in Mute la traccia della tastiera/pianoforte oppure tutte le altre tracce tranne tastiera/pianoforte.
  • Attivare il click del metronomo e regolare il suo volume.
  • Richiedere una battuta di conteggio preliminare per scandire il tempo.
  • Far suonare la base a tempo reale o più lentamente perché sia adeguata alla vostra capacità di apprendimento (sono disponibile tre velocità in tutto).
  • Aggiungere appunti personali a mano sullo spartito nelle posizioni desiderate.
  • Trasporre la base audio e lo spartito fino a cinque semitoni in alto oppure in basso.
  • Mettere in loop alcune misure per poter ripeterle all’infinito o, meglio, fino a quando non le avrete imparate.

Che vi posso dire? NoteStar sembra consentire ai tastieristi di sperimentare la musica nello stesso modo con cui il Karaoke permetteva ai cantanti di interagire con le canzoni di repertorio, fornendo un playback pienamente interattivo e la possibilità di escludere la propria parte di tastiere per poterci suonare sopra. A me l’idea di base di NoteStar non dispiace in quanto non è utile per chi fa finta di suonare ma, al contrario, serve per imparare a suonare o comunque per fare pratica e quindi migliorare le proprie capacità esecutive. E’ una buona soluzione per chi usa le mani per suonare davvero. E tanto basta. Attenzione: NoteStar è gratuito, la prima canzone è gratuita, ma tutte le altre costano 2,99 Euro su App Store. Il repertorio non è ancora vastissimo, tuttavia sono presenti numerosi successi internazionali suddivisi in quattro categorie: Modern Pop (diversi titoli di Adele, Alicia Keys, Glee, Katy Perry, Lady Gaga, e molti ancora), Classic Rock (The Doors, Tom Petty, Joe Cocker, Supertramp, Van Morrison e altri ancora), Standard (Michael Bublé, Frank Sinatra per esempio) e Classic Pop (Elton  John, Billy Preston, Roy Orbison, The Beatles, eccetera).

Conclusione: mi chiedo quanto servirà ancora la funzione Score per finalità didattica sui nostri arranger? Mmm… Un giorno NoteStar si potrebbe rivelare come un divertente e temibile concorrente!

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

17 gennaio 2012 at 22:22

Pubblicato su Yamaha

Tagged with ,