Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Korg alza il sipario su Pa1000 e Pa700

with 10 comments

Korg Pa1000

Adoro i colori di questi arranger workstation nuovi di zecca. Li vedremo prossimanente nei migliori negozi di strumenti musicali.

Da diversi anni, il centro R&D di Korg Italy propone un progressivo e inesorabile aggiornamento tecnologico dei propri prodotti. Stavolta il lancio è gèmino: due prodotti in un botto solo, un solo annuncio vale per due prodotti paralleli (scommetto che non vi è sfuggita l’analogia con la strategia Yamaha segnata dalla gestione della coppia PSR/S970 e PSR-S770). Pa1000 si colloca nella stessa posizione che era occupata da Pa900, mentre Pa700 leggermente più in basso, dove Pa600 aveva raccolto numerosi consensi.

Insomma, sono finalmente arrivati i discendenti di Pa4X: gli aspetti distintivi di entrambi i nuovi modelli sono riconoscibili nella continuità di progetto Pa, l’espansione di risorse hardware, il rinnovato arsenale sonoro Korg, la presenza dei suoni DNC, gli accompagnamenti di serie rivisti ed estesi, il grande schermo TFT a colori TouchView a 7 pollici, il Chord Sequencer, l’uscita video RCA di serie, il modulo effetti GuitarFX per elaborare il suono di una chitarra collegata all’ingresso Audio In e una scocca dalle dimensioni contenute che favorisce la portabilità.

Il fratello maggiore vanta il processore processore vocale TC Helicon, tasti semipesati con aftertouch, oltre 430 stili di accompagnamento e la possibilità di inclinare lo schermo. Il fratellino si difende proponendo 370 stili di serie, un peso più leggero (9,9kg contro 10.75kg). Pa1000 offre 1750 suoni di bordo (50 in più), due suoni di pianoforte stereo multi-layer (contro uno), memoria utente per i propri campioni di 600MB lineari (contro 256MB sempre lineari).

Rispetto i modelli precedenti, Pa700 e Pa1000 sono carrozzati con una memoria PCM di gran lunga superiore e un numero più vasto di locazioni interne. Il sistema di amplificazione è stato migliorato per ottenere maggiore dinamica sonora. I due nuovi arranger ereditano le novità tecnologiche introdotte nel 2015 su Pa4X inclusi gli importanti aggiornamenti rilasciati lo scorso giugno/luglio come lo Style Creator Bot, il gingillone per i DJ Kaoss FX e la porta USB-host; vanno in pensione i predecessori Pa900 (uscito nel 2013) e Pa600 (uscito nel 2012).

Tutte le specifiche sono sul sito del distributore Korg italiano: Pa1000 e Pa700.

Per quanto riguarda i prezzi, Pa1000 si attesterà molto probabilmente poco sotto i 2.000 Euro, mentre Pa700 non dovrebbe superare i 1.300 Euro. Ma è ancora presto per esserne sicuri: i prezzi subiranno aggiustamenti nelle prossime settimane, quando i negozi cominceranno a ricevere le prime consegne.

Vi consiglio ora la visione di due filmati: il primo è il video ufficiale dimostrativo di Pa700, pubblicato sul canale istituzionale di Korg, in cui sono enfatizzate le capacità di intrattenimento danzante del nuovo strumento.

Nel secondo filmato troviamo Frank Tedesco alle prese con registrazioni più misurate ed espressive. Sempre Korg Pa700.

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

1 settembre 2017 a 23:28

Pubblicato su Korg

Tagged with ,

10 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Sonorità Korg, look elegante, e prezzo molto interessante (sempre che venga confermato ovviamente).
    Adesso aspettiamo l’uscita dell’altra….

    Giorgio Marinangeli

    2 settembre 2017 at 14:35

    • Giorgio… l’uscita di quale “altra”?

      Renatus

      3 settembre 2017 at 19:29

      • Ce ne sarà sicuramente un’altra non credi?
        Questo tipo di tastiere al mondo sono tre aziende a farle/produrle.
        Secondo i miei conti ne manca una all’appello.

        Giorgio Marinangeli

        4 settembre 2017 at 09:03

  2. Il prezzo di 1299 euro per la Pa700 è un prezzo “fuori da ogni logica”. La Korg Pa5Xpro è ormai alle porte. Si attendono i successori di Pa300, Pa3Xle, Korg Havian 30….prodotti che saranno caratterizzati da un aumento di prezzo del 20% rispetto ai predecessori. Del resto ha cominciato Yamaha ad alzare il lstino prezzi in maniera paurosa. Oggi un Tyros5 “nudo e crudo” lo si ritrova a 3990 euro. Più di 4000 euro per la versione a 76 tasti. La PSR-S970 è “ritornata” a costare 1.790 euro. Le PSR-S770 si trovano ancora a 880 euro ma non per molto. Poi subiranno un corposo aumento e le ritroveremo in vendita a oltre 1.150 euro. Faccio notare che questo mercato “PAZZO” è determinato soprattutto dal fatto che alcuni immensi negozi ( tipo Thomann….per esempio) riescono ad acquistare in stock migliaia di modelli direttamente dal produttore bypassando gli importatori ufficiali. Applicano prezzi da “sottocosto” e successivamente quel determinato modello NON APPARE PIU’ NEL LORO LISTINO. Fateci caso: Thomann non ha disponibilità nè di PSR-S770 nè di Tyros5!!!!! Strumenti Musicali.net non ha disponibilità di Tyros5. Come mai? eh eh…

    Antony

    2 settembre 2017 at 16:02

  3. […] raffica di novità Korg non si è fermata qui: il recente lancio contemporaneo di Pa1000 e Pa700 ha dato un ulteriore tocco di vivacità all’offerta del mercato, portando il contenuto del […]

  4. […] Yamaha Genos sta offuscando in questi giorni il recente annuncio delle ultime novità di casa Korg: Pa1000 e Pa700. Senza nulla togliere all’importanza dell’evento relativo al successore di Tyros 5, […]

  5. […] Nuovi arranger Korg: Pa100 e Pa700 […]

  6. […] che questa era la prima occasione per presentare al pubblico americano i nuovi arranger workstation Pa700 e Pa1000 lanciati ad inizio […]

  7. […] In occasione di Francoforte, la casa italo-giapponese (scrivo così perché, nonostante il quartiere generale dell’azienda sia in Giappone, la progettazione, lo sviluppo e la produzione degli arranger avviene ad Osimo presso la sede di Korg Italy), non ha portato nessun nuovo strumento che potesse riguardare il segmento di prodotti di nostro interesse. Del resto, non possiamo più parlare di novità dell’ultima ora di Pa1000 e Pa700, due ottimi prodotti che hanno visto la luce lo scorso settembre. […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: