Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Che bella sorpresa, Organo Viscount Sonus

with 9 comments

Stamattina mi sono presentato a suonare ad un matrimonio in chiesa. Come sono solito fare in queste occasioni, ho portato con me il mio fidato arranger su cui ho pronto tutto il repertorio liturgico per accompagnare il coro.

Non ero mai stato in quella chiesa e quando mi sono trovato a sorpresa davanti a questo bel pezzo di organone Viscount Sonus non ho saputo trattenermi. Per la classica marcia nuziale di Wagner di ingresso della sposa, ho sfruttato il vigore di questo organo liturgico che ho apprezzato sia per le voci a modellazione fisica (tecnologia proprietaria Physis) sia per il possente sistema audio RAR (Real Audio Rendering). Notevole!

Devo dirvi che è stata una bella soddisfazione.

Successivamente, per tutti gli altri canti sono passato al mio nuovo arranger rosso ruggente Mugello in cui ho potuto trovare tutti i suoni specifici e versatili di cui avevo bisogno per ciascun brano: brass realistici per l’Alleluia, pianoforte digitale per il canto al termine della promessa degli sposi, pianoforte acustico su tappeti di pad per l’offertorio, honky tonk per lo scatenato scambio della pace, archi per il canto alla comunione, violino struggente durante la meditazione e gran finale con un suono da pianoforte da concerto.

E’ andato tutto bene con il mio nuovo arranger digitale di ultima generazione, ma – devo essere sincero – aver potuto suonare un organo liturgico a voci spiegate mi ha lasciato una buona sensazione sotto le dita. Come sempre succede.

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

22 giugno 2019 a 16:11

Pubblicato su Argomenti vari

Tagged with , , , ,

9 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Quale è questo “nuovo arranger digitale, rosso, con suono struggente del violino?”

    DEL FORNO PIETRO

    22 giugno 2019 at 17:21

    • Pietro, tu che sei un fedele lettore… dovresti arrivarci rileggendo gli ultimi articoli.

      • Leggo tutto ma, con interesse solo “Yamaha!”. A tal proposito, fai ” l’autopsia” al nuovo STAGEPAS 1K. Se non erro è il primo che produce di questo particolare sistema di amplificazione. Rileggerò gli ultimi tuoi articoli prestando attenzione a quale sarà quel arranger d’incanto!

        Pietro Forno

        22 giugno 2019 at 21:05

    • Korg Pa1000!

      Luciano

      23 giugno 2019 at 00:40

  2. “Rosso ruggente Mugello” = Korg PA 1000. Ha l’amplificazione a bordo. Ho notato che il repertorio descritto è “audace” trattandosi del caseggiato “chiesa”. Si vede che il responsabile legale “pro tempore” è di indole moderna! Mi riferisco al brano: honky tonk.

    Pietro Forno

    22 giugno 2019 at 21:24

    • Lo scambio della pace è un momento di festa e il piano honky tonk contribuisce allo scopo. Nulla di audace.

    • Ciao Pietro!
      Penso che Renato si riferisca all’uso del timbro di piano Honky Tonk per fare un brano per la pace, non che abbia suonato Honky tonl train blues 😉

      Luciano

      30 giugno 2019 at 14:43

  3. Si! Korg PA 1000 “Rosso ruggente Mugello”. Pensavo: chissà quale mastodontico, ultramoderno arranger possiede quel provetto scrittore di Renato!

    DEL FORNO PIETRO

    23 giugno 2019 at 04:10


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: